Bari: doppio colpo per un attacco Atomico

A poche settimane dall’apertura della sessione estiva del calciomercato, il Bari non perde tempo e mette a segno un doppio colpo nel suo reparto offensivo, assicurandosi la firma della punta brasiliana Nené e del bomber napoletano Floro Flores.

Miguel Da Silva Anderson Nené, attaccante classe 1983, ex-Cagliari, dopo una stagione con lo Spezia che l’ha visto collezionare 20 presenze (tra coppa e campionato) e 6 reti, arriva a Bari con contratto annuale (con rinnovo automatico in caso di promozione) e tanta voglia di far bene e guidare la squadra dei galletti verso la promozione nella massima divisione.

Da Nené a Floro Flores, l’attaccante partenopeo torna a Bari con la formula del prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione in Serie A. L’attaccante napoletano aveva concluso la scorsa stagione in biancorosso, arrivando dal Chievo Verona a gennaio e giocando per sei mesi in Puglia. Poi il nuovo trasferimento ai gialloblù per fine prestito, le tante richieste ed il grande ritorno. Voluto dal Bari ed anche dallo stesso Floro Flores, che ha firmato nuovamente in prestito ma con l’obbligo per i biancorossi di riscattarlo in caso di promozione in Serie A. Un acquisto importante per l’attacco di Fabio Grosso, che ora potrà contare su un centravanti di esperienza e di sicura qualità per la categoria.

Questo il comunicato con cui il Bari ha annunciato il ritorno di Antonio Floro Flores: “F.C. Bari 1908 comunica di aver acquisito a titolo temporaneo con obbligo di riscatto in caso di promozione in serie A dal Chievo Verona i diritti sportivi del giocatore Antonio Floro Flores. Il calciatore si è unito quest’oggi alla squadra nel ritiro di Bedollo”.

Intervistato dopo la firma del contratto, il giocatore partenopeo ha poi così commentato il suo ritorno a Bari:

“Speriamo che non ci fermi nessuno. E’ importante che il mister possa avere a disposizione tutta la rosa. L’anno scorso ci è mancato qualcosa. Ma occorre anche capire che la maglia viene prima di tutto. Gli errori commessi devono servire da esempio. C’è bisogno di entusiasmo, disponibilità e compattezza. Il mio ritorno? Ci tenevo. Sono stati sei mesi belli e sfortunati. Senza il mio infortunio? Sicuramente avremmo raggiunto almeno i playoff perché stavamo andando alla grande”.

“Una B ricca di squadre forti, ma più che delle squadre scese dalla serie A mi preoccuperei delle neo promosse”, commenta poi l’ex Sassuolo. Come sta ora Floro Flores? “Un po’ meglio, ho passato un’estate non bella. Devo riprendere la preparazione con cautela. Da quando ho smesso non mi sono più allenato per evitare di fare danni. Ora lavorerò con professionisti seri e spero che mi possano rimettere in sesto nel più breve tempo possibile. Tempi? Non lo so. Mi auguro di essere pronto per l’inizio del campionato”.

Gli arrivi di Nené e Floro Flores si vanno ad aggiungere a quello del centrocampista ex-Salernitana Massimiliano Busellato che in settimana dal ritiro di Bedollo (Tn) ha rilasciato le sue prime parole da giocatore del Bari: “Non pensavo di tornare a Sud, ma non mi dispiace perché Bari è una grandissima piazza. Mi metto a disposizione della squadra e del tecnico Grosso per fare bene. Arrivo a 24 anni e sarà un’occasione importante per la mia carriera. Sarà il campo a decidere, inutile fare grandi proclami. Ho fatto più di qualche campionato in B”.